Miglior Ortopedico Roma, prenotazione visita specialistica, infiltrazioni acido ialuronico, cortisone, PRP, cellule staminali. Protesi anca, lesione crosciato, intervento spalla, cuffia dei rotatori, capsulite, periartrite, ernia discale, scoliosi, epicondilite, lesione menisco, frattura, distorsione

Domanda: Negli ultimi anni si sente parlare di cellule mesenchimali: parliamo di questa medicina rigenerativa, cosa sono e da dove si ricavano queste cellule che possono rigenerare addirittura la cartilagine.

Dr. Papalia: Le cellule staminali mesenchimali vengono ottenute da varie zone all’interno del corpo. Le più utilizzate sono il grasso addominale o la cresta iliaca dove si trova il midollo osseo. Queste cellule trasmettono delle informazioni all’interno dell’articolazione,  stimolando la rigenerazione dell’articolazione stessa. Con le infiltrazioni, dopo una preparazione che si fa in sala operatoria attraverso il filtraggio, queste cellule entrano in articolazione e cominciano a dialogare con le cellule del ginocchio, dette residenti, stimolando la reazione di recupero. In caso contrario si deve ricorrere alla protesi.

 

Domanda: Quali sono gli effetti delle infiltrazioni di cellule staminali?

Papalia: Si hanno effetti sul miglioramento della funzione perché il dolore, la prima cosa ovviamente da combattere, va via dopo qualche mese. Queste cellule all’interno del sangue hanno anche un effetto antinfiammatorio, che porta al miglioramento della mobilità articolare e alla rigenerazione della cartilagine già nelle prime nelle prime fasi, cioè quando la cartilagine non è completamente degenerata e ha ancora una capacità rigenerativa.

 

Domanda: Dopo quanto tempo il paziente ha dei benefici

Papalia: Il giovamento immediato è placebo, il vero beneficio dell’articolazione si ha soltanto dopo alcuni mesi, quando le cellule hanno finito questo compito di ambasciatore e le cellule residenti si sono riprese, quindi non prima di 2-3 mesi dall’atto infiltrativo

 

Domanda: Quanto dura e che tipo di intervento è?

Papalia: L’operazione si fa in day hospital e dura circa 30 minuti. Si fa in anestesia locale nella zona addominale, nel caso del grasso addominale, più una leggera sedazione (come quella per la colonscopia). Le cellule ricavate vengono poi infiltrate dopo essere state lavorate, quindi è una procedura che ha una durata di circa 40 minuti

 

Domanda: In quali casi si possono utilizzare?

Papalia: Nei primi gradi dell’artrosi oppure nei gradi finali.

Abbiamo chiesto al Prof. Papalia quali sono le tecniche più all’avanguardia: “Per quanto riguarda i traumi da sovraccarico al di sotto del menisco che coinvolgono l’osso del paziente e non l’articolazione, si devono utilizzare le tecniche mininvasive, noi del Campus Biomedico di Roma siamo uno dei primi centri in Europa a farlo, attraverso l’utilizzo della subcondroplastica con l’iniezione di calcio fosfato per dare subito sostegno all’osso e all’architettura, in modo tale da togliere il dolore e far tornare il paziente a una vita normale.

Un consiglio per tutti comunque è la prudenza, non protegge al 100% ma aiuta molto a tornare poi a casa sani, salvi e soddisfatti per la bella vacanza.